articolo di
Giacomo Tosi
Giacomo Rossi
In cosa consiste la tecnologia nota come Augmented RealityCosa la distingue dalla Virtual Reality? Come possono essere utilizzate in azienda e quali sono le applicazioni industriali piu' di successo?

Innanzitutto, è bene precisare che il confine tra Realtà Aumentata e Realtà Virtuale è davvero sottile: entrambe si basano su tecnologie simili ma mentre la Virtual Reality è immersiva, nel senso che l’utente è escluso dal mondo circostante, con l’Augmented Reality si aggiungono al mondo esterno una serie di informazioni in “sovraimpressione”. In altre parole, la Realtà Aumentata consente di ampliare il campo visivo di chi indossa un visore ed arricchisce la sua vista con una serie di informazioni real-time. È quindi evidente come questa tecnologia favorisca il processo di apprendimento di chi la utilizza e come da questa scaturiscano tutta una serie di vantaggi che vedremo nel corso di questo articolo.



Le prime applicazioni di Augmented Reality vennero introdotte sugli aerei da combattimento, prendendo il nome di HUD, cioè Head-Up Display. Questa tecnologia consentiva ai piloti di visualizzare dati di volo (la propria posizione GPS, la quota, la latitudine e la longitudine, la velocità e la distanza dall’obiettivo), direttamente sul parabrezza dell’aereo senza mai dover distogliere lo sguardo dalla guida.



Se vuoi approfondire ancora di più le tematiche e le applicazioni legate alla Realtà Aumentata e alla Realtà Virtuale puoi scaricare il white paper cliccando sul pulsante sottostante.







Scarica il white paper



Riproduzione riservata©

Sei interessato ad approfondire l'argomento? Compila il form e ti contatteremo entro 24 ore