articolo di
Giacomo Tosi

Con l’avvento di Industria 4.0 e dei finanziamenti stanziati dal Piano Nazionale Industria 4.0 molte aziende si sono avvicinate ai sistemi MES, anche se non sempre hanno chiaro quale sia il valore aggiunto che ne possa derivare. Cerchiamo di fare un po’ di chiarezza. 

Innanzitutto, cos’è un sistema MES?.

Per definizione, il Manufacturing Execution System (MES) è un software che permette di informatizzare la gestione e il controllo del reparto produttivo in azienda.

Grazie all’acquisizione di informazioni delle attività produttive (dal lancio dell’ordine al prodotto finito) e all’utilizzo in real-time dei dati, il software MES supporta dunque l’ottimizzazione dei processi produttivi.

Un sistema MES nasce con lo scopo di collegare il sistema gestionale aziendale (ERP) con i sistemi di controllo delle macchine presenti nei reparti produttivi e logistici, allo scopo di ottimizzare questi processi favorendo il controllo delle risorse e la qualità dei beni prodotti.

Senza un software MES non è possibile affermare di avere il pieno controllo del processo produttivo (controllo dell’efficienza, chiarezza sui problemi, ecc.) e, tipicamente le aziende si organizzano con soluzioni artigianali o custom. Infatti, molto spesso nelle aziende riscontriamo sistemi realizzati in-house per la gestione della produzione: un classico esempio è la raccolta dati effettuata in maniera cartacea. Come mai questo tipo di processi non vengono digitalizzati all’interno delle aziende? A nostro avviso crediamo che la digitalizzazione sia limitata da diversi fattori, ma tra tutti, il più rilevante è sicuramente la mancata conoscenza dei reali benefici che i sistemi MES possono portare in azienda. Nei prossimi paragrafi cercheremo di capire perchè sia necessario investire in un MES.

Ora vediamo quali sono le funzionalità principali che devono contraddistinguere un MES:

  • acquisizione dati automatica dalle macchine
  • acquisizione dati dagli operatori diretti durante la lavorazione
  • invio degli ordini di produzione
  • avanzamento produttivo dei semilavorati/prodotti finiti in termini di quantità e tempo e il loro versamento a magazzino”
  • comunicazione riguardo il controllo qualità: tipologia di controlli da effettuare, frequenza e non conformità pervenute

Inoltre, molti sistemi offrono delle funzionalità aggiuntive come il calcolo di KPI (OEE e Inventory), la gestione documentale e uno schedulatore della produzione.

Quali sono i benefici derivanti dall’installazione di un sistema MES?

Dall’installazione di un sistema MES ci si aspettano risposte a quesiti quali lo stato di avanzamento degli ordini di produzione, il rispetto dei tempi di consegna conseguenti alle variazioni della domanda, il reale lead time di produzione, la possibilità di avere documenti di collaudo con tutti i dettagli richiesti, la tracciabilità delle lavorazioni e dei controlli.

Ma il punto che più interessa alle aziende è quello dell’efficienza e della produttività del sistema produttivo. Molte software house stanno veicolando il messaggio che l’applicazione di un tale software porti ad un recupero in termini di efficienza e di produttività delle lavorazioni (in altri termini ad una riduzione costi). Questa affermazione però è da “prendere con le pinze”. Come detto in precedenza, questa tecnologia è in grado mettere sotto controllo la gestione di un reparto produttivo, quindi il beneficio che può portare è quello di digitalizzare le informazioni migliorando il controllo e la gestione della fabbrica.

Come detto in precedenza, molte aziende ancora oggi raccolgono i dati delle macchine automatiche su fogli di carta. Questo implica che un operatore impieghi del tempo per la trascrizione e che ci sia poi qualcuno che inserisca i dati su un qualche software per effettuare, ad esempio, il calcolo dell’efficienza. Un sistema MES è in grado di digitalizzare questa procedura, raccogliendo in modo automatico i dati della lavorazione dalla macchina e versando i pezzi prodotti a magazzino. Tutto questo eliminando la carta e liberando tempo alle risorse.

Il risparmio in termini di ore/uomo impiegate nella gestione dei dati è dunque il principale beneficio che un sistema MES può portare in azienda. La sua applicazione non comporta recuperi di efficienza e di produttività in maniera diretta ma rappresenta, tuttavia, un valido veicolo a supporto dei responsabili di produzione e dei capi reparto affinché inneschino il processo di miglioramento.

Quando applicare un sistema MES?

Non esiste una formula matematica che permetta di calcolare quale sia il momento esatto in cui introdurre un sistema MES in azienda, perché questo dipende da molti fattori. Di certo la nostra esperienza ci porta a dire che l’implementazione di questa tecnologia ha senso quando l’azienda abbia già effettuato un percorso per mettere sotto controllo il processo produttivo e consolidato il processo di calcolo dell’indice di efficienza. Introdurre un MES in un reparto dove gli operatori non conoscono il concetto di cadenza può arrivare ad essere persino controproducente (logica del controllo delle persone anziché logica del controllo del processo).

Sei interessato a questo argomento? Contattaci


Riproduzione riservata©

articolo di Giacomo Tosi