articolo di
Luca Mezzaqui

In questo articolo affrontiamo un tema particolarmente attuale nelle aziende di produzione: quello della scelta di introdurre un magazzino automatico.

Negli ultimi anni, grazie anche alle agevolazioni fiscali dell’Industria 4.0, abbiamo assistito ad una notevole diffusione delle automazioni di magazzino sia all’interno delle aziende che nei principali poli logistici.

E' bene precisare che l’aspetto economico-finanziario e l’iper-ammortamento degli impianti industriali non sono stati l’unico motivo dell’incremento di installazioni; lo sviluppo dell’automazione nell'ambito del settore logistico si è verificato soprattutto grazie al rapido progresso tecnologico che ha consentito l’accesso ad automazioni di magazzino sempre più flessibili, affidabili, ergonomiche e facili da utilizzare.

L’installazione di un magazzino automatico rappresenta oggi una concreta soluzione per molte aziende: movimentazione, picking, carico e scarico della merce sono tutte attività che si prestano ad essere automatizzate in modo estremamente efficace.

Vediamo allora quali sono i principali vantaggi e le principali complessità che derivano dall’installazione di un impianto automatico di stoccaggio.

I punti di forza che rendono interessante per le aziende questo tipo di soluzioni automatizzate sono i seguenti:

  • aumento della capacità e della produttività di prelievo e stoccaggio
  • migliore organizzazione aziendale
  • ottimizzazione delle volumetrie
  • migliore conservazione dei prodotti
  • riduzione degli errori
  • incremento del livello di servizio verso il cliente
  • monitoraggio e tracciabilità dei processi logistici
  • aumento della sicurezza e dell’ambiente di lavoro

Allo stesso tempo però, trattandosi di tecnologie ad elevato livello di automazione, sono da evidenziare alcune complessità:

  • difficoltà nel definire la soluzione ottimale di automazione
  • definizione dei dati di progetto in rapporto ad uno sviluppo futuro
  • complessità elevata nella gestione del progetto
  • manutenzione ed assistenza dell’impianto da gestire costantemente
  • forte livello di dipendenza dal fornitore dell’automazione
  • necessità di sviluppare un elevato know-how di competenze interne all’azienda
  • possibile rigidità per evoluzioni logistiche future

Detto questo, in che modo scegliere il magazzino automatico più adatto alla mia azienda?

Tale scelta è decisamente delicata e comporta l'analisi di numerosi aspetti, alcuni dei quali molto tecnici. Ad ogni modo, è possibile individuare due variabili principali su cui focalizzarsi nella fase iniziale di progettazione:

  • complessità e quindi affidabilità del sistema
  • produttività obiettivo che si vuole raggiungere (in termini di righe/ora)

Inoltre, il corretto dimensionamento della soluzione tecnologica deve necessariamente tenere conto dei seguenti aspetti:

  • la tipologia dei prodotti da stoccare: a seconda del tipo di prodotto, è importante definire l’unità di carico da utilizzare durante tutto il processo di movimentazione e stoccaggio
  • i picchi: la progettazione deve tenere presente del fenomeno dei picchi sia in termini di entità che in termini di durata. Un buon sistema automatico è in grado di assorbire i picchi
  • livello di servizio: definiti i livelli di servizio che l’azienda vuole garantire ai propri clienti, è importante che l’automazione scelta sia in grado di rispettare tali tempistiche.

Una volta analizzati nel dettaglio tutti questi elementi, occorre porre particolare attenzione a tre fattori determinanti nella scelta dell’automazione:

  • investimento economico e relativo ROI: in quanto tempo riesco a recuperare l’investimento fatto?
  • affidabilità e rischio tecnologico: che rischio ho nel proseguimento delle mie attività in caso di blocco dell’impianto che sto scegliendo? Posso continuare a spedire se il magazzino si blocca per più giorni?
  • integrazione con il personale di magazzino: in che misura voglio far coesistere la componente umana con quella tecnologica? In caso di assenza del personale, riesco ugualmente a far funzionare il mio magazzino automatico ed il mio sistema logistico?

Come sempre avviene quando si parla di organizzazione, anche per scegliere il sistema automatico di stoccaggio più adatto alla nostra realtà non esiste una ricetta unica ed infallibile; al contrario, esistono una serie di caratteristiche che occorre tenere presenti in fase di realizzazione del progetto. Solo considerando tutti questi elementi e queste variabili il magazzino automatico adottato consentirà un significativo salto di qualità in termini affidabilità, flessibilità e sicurezza oltre a generare un importante vantaggio competitivo per l’azienda.



Riproduzione riservata©
articolo di Luca Mezzaqui

Sei interessato ad approfondire l'argomento? Compila il form e ti contatteremo entro 24 ore